Seleziona una pagina

Un ponte serve ad unire due sponde, due mondi.

Quando a costruirlo è il Diavolo in persona cosa ci sarà dall’altra parte ad aspettarci?

 

Ecco la storia del Ponte Gobbo di Bobbio

Dopo anni di pellegrinaggi a Bobbio ed infinite foto, anche io come molti altri mi sono chiesto più volte perchè fosse tutto storto, così da meritarsi il nome di Ponte Gobbo.   Ovviamente realtà e leggenda si prendono a braccetto e col tempo diventano quasi la stessa cosa.

ponte gobbo

Realtà del Ponte Gobbo

Il ponte presenta delle irregolarità semplicemente perché è il frutto di rimaneggiamenti costruttivi e manutentivi che partono dal medioevo sulla base di un ponte risalente addirittura a origini romane.   Infatti era molto piu corto in origine. Oggi il Ponte Gobbo si presenta piu o meno come dagli ultimi interventi dei monaci del monastero di San Colombano.

ponte gobbo

Leggenda del Ponte Gobbo

Ponte Gobbo, Ponte Vecchio ma soprattutto Ponte Diavolo. Nel medioevo il Diavolo era sempre presente nella vita e nella narrativa cosi da diventare leggenda.   La prima leggenda, quella che preferisco perché in qualche modo mi ricorda la storia del leggendario Robert Johnson, il primo dei grandi BluesMan della storia, vede protagonista un patto stretto fra San Colombano e il Diavolo in persona.   L’accordo era semplice: il maligno avrebbe costruito il ponte in una notte e il Santo avrebbe pagato con la prima anima fatta passare sul ponte.  Cosi, aiutato da alcuni diavoletti, evidentemente tutti di diverse dimensioni, costruì il ponte edificando sulle loro gobbe ricurve.

San Colombano ripagò con l’inganno. Fece infatti passare per primo sul ponte un cane.

Il Diavolo infuriato assestò un calcio al ponte rendendolo anche tutto storto e se ne tornò nelle profondità degli inferi.   Esistono poi varianti con altri animali ed una, molto articolata, che vede il Diavolo stringere un accordo, invece che col Santo, con l’oste della locanda al di la del ponte.

Il Ponte Gobbo di Bobbio oggi

Indubbiamente il Ponte Gobbo è uno dei simboli, se non il piu importante, del paese di Bobbio. Meta di curiosi, amanti dei panorami e fonte indiscussa di romanticismo e ispirazione. Il numero di scatti fotografici non è da meno rispetto al numero di coppiette che attraversano il Ponte Gobbo strette in un amoroso abbraccio.

Credo fermamente che il ponte possa entrare nel numeroso elenco di monumenti che rende ricca e orgogliosa l’Italia, spesso e purtroppo bistrattata…

  Le numerose piene, ultima quella devastante dell’autunno 2015, hanno sempre messo a dura prova il Ponte Gobbo.

Che gli artefatti del maligno siano davvero una garanzia?

Sarà quindi davvero il Ponte del Diavolo?  

 

Lascia un commento

commenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi