CHI SONO

Non passo un solo giorno senza pormi questa domanda. E non perché sia un filosofo, e non lo sono, tanto perché sento di non essere mai nel posto giusto. C’è sempre qualche ispirazione, in particolare qualche altro luogo che mi richiama, incantando la mia mente come le sirene di Ulisse. A casa mia sto bene ma l’innamoramento facile è una brutta bestia da curare. E così sento i richiami dei luoghi dove spesso torno ma anche di quelli dove sono stato una volta sola e per assurdo anche di altri che non ho mai visitato… Con questa continua battaglia interna per la ricerca del vero senso della parola “casa” fatico a stento a vivere il presente, trovando la pace solo quando programmo un nuovo viaggio e la vera ispirazione quando tocco nuova terra.

Sono Giancarlo Fazzi, nato in Germania, mezzo sangue padano e mezzo abruzzese, vivo in provincia di Cremona con mia moglie Elena e il gatto Kama. Il paese si chiama Stagno Lombardo ed è a due passi dal grande fiume, il Po, che per me, musicista amante del Blues, è come fosse il Mississippi. Oltre al Blues ho un sacco di altre passioni ma nessuna di queste supera la quasi perversa attrazione che nutro per l’Andalusia, per il Flamenco e per le zingare dagli occhi neri.

Il viaggio è musica, il viaggio è emozione e voglia di scoprire, di capire le cose e comprendere il mondo. Ogni viaggio ha la propria colonna sonora e i miei sono pieni di note forti e grezze, note zingare, di Blues e di Flamenco. Grezze e forti come i colori e i sapori che cerco continuamente durante i miei vagabondaggi. Cercherò, per diletto, di trasferire in questa nuova dimensione una parte delle emozioni che normalmente vomito sulle mie Moleskine. Forse tutto ciò mi aiuterà a capire, un giorno, perchè mi emoziono tanto vedendo le mani callose di un pescatore, il viso rugoso di una vecchia seduta davanti all’uscio di casa, il volo di un gabbiano e gli occhi profondi e neri di una zingara. Per me tutto questo è Blues. Il mio viaggio Blues…

PERCHE BLUES?

PERSONAGGI

Capita a tutti di avere storie da raccontare. Che siano belle, brutte o semplicemente strane non è poi così importante. Fondamentale è che ci sia qualcosa che valga la pena di essere raccontato. Penso ad esempio ad una serie di personaggi che hanno lasciato il segno nella mia vita, persone che nella loro normalità sono riuscite a trasferirmi qualcosa di unico, un messaggio molto prezioso e di grande insegnamento: nella vita ci sono molti modi per tirare avanti con dignità. Credo anche che quelli come me, operai e impiegati imborghesiti, potrebbero definire alcuni stili di vita come ai margini, come di disagio sociale. Invece ho la percezione che questi incredibili personaggi riescano a surrogare quotidianamente la loro dose di felicità. Diversamente da quelli della mia specie…

La colonna sonora di ViaggioBlues

Per ogni articolo ViaggioBlues seleziona e propone una colonna sonora. Un brano che potrà essere ascoltato durante la lettura ampliando così l’esperienza sensoriale come è nelle intenzioni del blog. E’ necessaria l’iscrizione a Spotify. Buon ascolto.

Scrivimi

8 + 6 =

Auto

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla Mailing List riceverai news e updates da ViaggioBlues.it

La tua iscrizione è avvenuta con successo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi