Seleziona una pagina

E’ vero, le Maldive sono un sogno che finalmente si è realizzato. Per una settimana mi sono sentita un puntino in mezzo all’Oceano Indiano, senza città da visitare, senza tour da organizzare, ma solo spiagge bianche, barriera corallina, sole e noi!

Eh sì, tempo per noi cosa ormai rara, ma che questa volta ci siamo proprio voluti regalare. Ma partiamo dall’inizio: volo diretto della Neos da Verona delle ore 19 del 22/12/2019. Volo perfetto innanzitutto perchè è un diretto e poi perchè Neos si è rivelata, ancora una volta, un’ottima compagnia: sedili comodi, ampia scelta di films, musica e giochi, personale gentilissimo e non per ultimo abbiamo mangiato bene.

Si viaggia di notte, l’arrivo a Malè e previsto per le ore 8 ora locale e quindi riusciamo anche a dormire per non arrivare troppo stanchi a destinazione. Puntualissimi arriviamo a Malè, purtroppo piove e quindi mi scoraggio un po’ perchè avevo bisogno di vedere quello che mi ero sognata da tempo: il sole delle Maldive!

Il clima tropicale è così, i temporali non sono rari anche in questa che è considerata la stagione secca. Controllo le previsioni e con gioia verifico che sono belle per i prossimi giorni e quindi rassicurata concludo le pratiche di controllo passaporti in aeroporto. Troviamo subito i ragazzi di Francorosso che ci accolgono per portarci con una barca veloce al nostro resort: il Maayafushi.

Qui voglio aprire subito una piccola parentesi, spero utile, riguardo proprio il trasferimento con barca veloce o idrovolante. Il nostro resort è raggiungibile sia con barca veloce sia con idrovolante, ma io ho preferito la barca veloce perchè non avendolo mai preso l’idrovolante mi metteva ansia, mentre la barca mi dava più sicurezza. Vero se il mare è calmo! Il viaggio di andata è stato perfetto, mare calmo, io e mio figlio ci siamo persino addormentati e in un’ora e mezza siamo arrivati al Maayafushi. Il ritorno non è stato proprio così, purtroppo mare mosso, onde per un’ora e mezza mi hanno fatto desiderare l’idrovolante che sicuramente vi consiglio, innanzitutto perchè il trasferimento dura solo venticinque minuti, per i magnifici panorami che potete godere dall’alto e perchè vedendoli non mi sono sembrati assolutamente pericolosi.

Finalmente sbarchiamo al Maayafushi!

Il resort si trova nella parte settentrionale dell’atollo di Ari, una piccola isola, immersa nel verde, circondata da una spiaggia di sabbia corallina caratterizzata dalla vicinanza della barriera corallina che, ne sono certa, ci darà grandi soddisfazioni. La maggior parte dei bungalow sono distribuiti lungo la spiaggia con affaccio sul giardino oppure, come quello scelto da noi, con un piccolo supplemento, posizionato di fronte alla bellissima lingua di sabbia (scelta che si è rivelata azzeccatissima). Ci sono anche 8 overwater, cioè i bungalow a palafitta direttamente sul mare. C’è un ristorante principale dove viene servita la colazione, il pranzo e la cena a buffet con proposte che spaziano dalla cucina italiana a quella internazionale: pasta, riso , pizza non mancano mai, ma anche carne e pesce alla griglia e per chi vuole provare gusti nuovi può scegliere piatti di carne e pesce speziate con curry e peperoncino e tante insalate miste. Chiaramente vasta scelta di frutta, papaya, mango, ananas e banane e dolci di ogni genere. Insomma ci siamo nutriti bene anche alle Maldive! La formula chiaramente del resort e un all inclusive e quindi potevi, in qualunque ora, andare al bar dal simpatico Jalal e trovare oltre ad ottimi aperitivi e succhi anche tramezzini e pizzette. Open bar dalle 10 alle 24 what else!

Maldive

COSA FARE ALLE MALDIVE

Ma com’è la giornata tipo su un’isoletta delle Maldive?

E’ scandita solo dalla luce del sole o dal chiarore della luna, niente rumori se non quello del mare. Noi ci siamo goduti la nostra isola con tanto snorkeling in questo mare meraviglioso ricco di pesci coloratissimi, compresi gli squali che però ci dicono essere squali nutrice e quindi  innocui, ma vi assicuro che incutono una certa soggezione.

Per i più attivi le proposte non mancano: dalla ginnastica in acqua, alla zumba, ma soprattutto grazie al centro diving presente sull’isola tante gite che si possono prenotare in loco. C’è l’escursione all’isola dei pescatori, la giornata sull’isola deserta con pranzo in loco, ma la gita sicuramente più particolare è quella che ti dà la possibilità di nuotare con le mante. Con il centro diving si possono fare escursioni di snorkeling accompagnate per capire meglio la flora e la fauna locale. Presso il diving è possibile noleggiare tutta l’attrezzatura per lo snorkeling e per le immersioni.

Maldive

Concludendo il racconto di questa fantastica settimana il mio consiglio è quello assolutamente di andare una volta nella vita alle Maldive, che per me, sono un mondo parallelo, perfetto, una bolla in cui vivere una settimana lontano da tutto e tutti, dove non ti serve niente. Sicuramente non ti servono le scarpe, vestiti eleganti, trucchi e piastre per i capelli, ma  tante creme solari (solo e soltanto protezione 50 mi raccomando), costumi e parei e per quanto riguarda il cellulare …..dimenticatelo….si può comprare wifi al costo di 46 euro più tasse locali, ma usatelo solo per comunicare che siete arrivati.

Per gli appassionati di riprese video vi consiglio di portarvi una GoPro e il drone perchè, al ritorno, farete invidia a tutti con le vostre immagini.

Rientriamo chiaramente con le Maldive nel cuore e come sempre con in mente già il nostra prossima meta.

Buon viaggio a tutti!

SCHEDA INFORMATIVA:

Durata del volo di andata: 9 ore

Durata del volo di ritorno: 11 ore

Fuso orario con Malè: +4 ore

Fuso orario Maayafushi: +5 ore ( per avere un’ora in più di luce)

Temperatura: sempre circa 30°

Moneta: accettano euro e dollari, ma si può fare tutto con la carta di credito

Da pagare in loco: la green tax (tassa di soggiorno)

Booking.com

Lascia un commento

commenti

viaggioblues

Iscriviti alla Newsletter

Hai ricevuto una mail per completare la tua iscrizione